Flash 1990
Protagonista della serie è Barry Allen (John Wesley Shipp), ricercatore della polizia scientifica di Central City. Dopo il violento contatto con un fulmine ed alcune sostanze chimiche, diventa in grado di muoversi ad altissima velocità. In seguito all'assassinio di suo fratello Jay da parte di Nicholas Pike (Michael Nader), gangster ed ex poliziotto, decide di sfruttare a fin di bene i suoi nuovi poteri: così assume l'identità supereroica di Flash, per vendicare il fratello e per amore della giustizia. A conoscere il segreto di Flash/Barry Allen sono Christina McGee (Amanda Pays), ricercatrice degli S.T.A.R. Labs (abbreviazione di Science and Technology Advanced Research Laboratories), l'investigatrice Megan Lockhart (Joyce Hyser) e il dottor Desmond Powell, più noto come "Ombra della Notte" (Jason Bernard). Da contrappunto comico alla serie fanno Julio Mendez (Alex Désert), collega di Barry Allen, e i due poliziotti Murphy (Biff Manard) e Bellows (Vito D'Ambrosio). L'avversario più pericoloso del supereroe è il pazzoide Trickster (Mark Hamill, già Luke Skywalker nella saga di Guerre Stellari), che appare in due episodi, Il trasformista e Il lavaggio del cervello. Tra gli avversari è da ricordare anche un clone di Flash, chiamato "Polluce" (che compare nell'episodio Il superuomo), con un costume simile a quello rosso del vero Flash ma differente nel colore blu e nello stemma stampato.